Recital Translations esce dalla clandestinità!

post datenovembre 10, 2017  •   post categoriesNon categorizzato  •   post comments number0 comment

Da un po’ di tempo è stato tutto tranquillo qui a Recital Translations, allora dove mi ero nascosta? Beh, le spiegazioni vanno da un’opera perduta da tempo a una nuova aggiunta alla famiglia.
Alla fine di novembre 2016 ho terminato gli ultimi progetti e spento il portatile in preparazione per l’arrivo della mia seconda bambina. Finalmente, il 2 gennaio 2017 è arrivata la piccola Cerys – una sorellina per Mali. Dieci mesi più tardi sta affinando i suoi talenti e ha perfino fatto il suo debutto sul palco in un bis spontaneo. Eccola in azione!
Il debutto di Cerys
Anzi, la sua carriera da cantante lirica è partita come un razzo, dal momento in cui ha participato nella Serva Padrona mentre ancora in pancia al giro dell’opera La Zingarella di Leonardo Leo durante l’estate.
Perduta per centenaia d’anni, la partita di Leo è stata riscoperta di recente e ci lasica con qualche misterio. Pure il titolo è un dibattito visto che non si sa veramente se fosse La Zingarella o La Zingaretta originalmente! Ho cantato il ruolo di protagonista in questa produzione originalissimo con il barotono Lukasz Biela come Riccardo e l’attore Rhys Downing rendendo vivo il personaggio di Valentino, chi era muto nella versione originale. Allestito con nuovi dialoghi dal pluripremiato direttore Maarten van der Duin insieme alla direzione musicale ottima del maestro Stephen Ellery, questa produzione dell’opera di un solo atto di Leo è una commedia trasformata in tragedia con un colpo di scena repellente!

 

Zingarella

Lukasz Biela e Suzanne Smart in La Zingarella. Foto da Acis Mahrje
A dirvi la verità, con la stagione estivo d’opera alle spalle e la piccola Cerys andando dalla bambinaia, il mio ritorno alla scrivania è una cosa abbastanza agrodolce. Nonostante ciò, non vedo l’ora di scoprire i nuovi progetti che mi stanno di fronte e sono molto contenta di aver già ripreso le collaborazioni di lunga data con clienti altamente valutati. Inoltre, qui nel Regno Unito aspettiamo con molta impazienza tante cose emozionati, incluso i risultati dei British Composer Awards, che veranno annunciati il 6 dicembre (https://britishcomposerawards.com/), la Festa di Musica Contemporanea a Londra che si svolge dal 3 al 10 dicembre (http://lcmf.co.uk/) e il lancio un nuovo museo virtuale di strumenti storici britannici. Per vedere gli strumenti basta accedere al http://minim.ac.uk/!